WhatsApp Image 2019-01-30 at 17.12.16

CIASPOLATA DOMENICALE

Fiocca da stamattina , se fossimo montanari seri ora saremmo al calduccio  in baita a ridere , mangiare  e scherzare, tra una motoslittata e /o una bobbata , circondati dall’atmosfera magica che solo una nevicata senza vento come quella di oggi può creare .

Purtroppo no , per tanti motivi, ma anche perchè il manto nevoso, pur sembrando molto gonfio, in realtà accumula solo 11 cm  misurati , insufficienti per battere le piste.

Pazienza, dovrebbe arrivarne altra .

Sia come sia  la neve che c’è è già utile per una bella ciaspolata inedita da portare a termine domenica prossima 3 Febbraio . Come da locandina sotto si parte dalla baita alle 9,30 per un bel giro di circa 9 km ( 3 ore)  lungo il crinale del monte Alpe , se ci sarà il sereno è un’occasione ghiotta per vedere i nostri monti da un punto di osservazione inusuale , se sarà nebbia si va lo stesso , sia Antonio che Paolo hanno già provato il percorso , impegnativo ma non difficile.

Al rientro , per chi vuole ,  si mangia da Giuseppe.

Noleggio ciaspole ed organizzazione euro 10 a testa, 5 per i soci .  ( se si possiedono le ciaspole 5 euro i non soci e gratis i soci ) .

Fate sapere le adesioni , il numero di ciaspole non è illimitato

49947240_10213681563778762_7784653375328485376_n

CIASPOLARE SENZA NEVE SI CHIAMA TREKKING

In attesa di trovare qualche bravo socio snowboarder che si impegni a proseguire con il minicorso attivato da Giorgio o magari istituirne altri, ci arrangiamo passeggiando tra i larici ed i faggi dei nostri crinali che hanno comunque il loro fascino anche senza neve.

Gilberto , grande conoscitore del territorio, propone per domenica un giro alla portata di tutti . In ogni caso, per chi non se la dovesse sentire di chiudere l’anello tra la pista , Pozzallo , crinale Sassi Neri, sopra Penicina, faggi e poi ancora pista , il nostro Antonio chiuderà la colonna pronto a tagliare per accorciare il percorso .

Partenza ore 9 dalla baita a fondo pista , rientro previsto in 3 ore, a tempo per pranzare da Giuseppe ed Elena. Se appena appena riesco sarò presente solo per gustarmi qualche fetta di tagliata, ma sono sicuro che i nostri potenti e sapienti sherpa sapranno far divertire tutti in sicurezza.

Adesioni entro sabato pomeriggio , scarponcini ed abbigliamento a cipolla perchè fa freddo ma ci si scalda in fretta .

Ora vi saluto che mi aspetta la danza della neve

49270397_10213681572978992_6989509913563103232_n 49404319_10213681567698860_4746898688486408192_n 49641357_10213681571058944_6487300147851034624_n 49811632_10213681564658784_6651486139007893504_n 49841022_10213681569418903_8782099374512537600_n 49844916_10213681565618808_8293873313646641152_n 49899305_10213681571938966_8045805180974792704_n 49900184_10213681566098820_1116794516045561856_n 49947063_10213681566298825_5984444771244965888_n 49947240_10213681563778762_7784653375328485376_n 49947510_10213681571218948_483953517594148864_n 50046014_10213681570658934_5888192728780505088_n 50074668_10213681573178997_1487640095669354496_n 50183067_10213681571338951_2869617437442048000_n

Presentazione standard1

BUON NATALE DAL PROGETTO PENICE E BUONA VITA AD UOMO GIGANTESCO MA MAI SUPERIORE

Arrivano momenti  nella vita di un uomo ( pure  di una donna ma molto meno, il loro cuore è ben più grande , se non  altro perchè possono essere anche mamme) nel quale la distrazione prende il posto dello stupore, gli obbiettivi scalzano la passione, e perfino il fine giustifica i mezzi  . Tutto sa di già visto, anche le esperienze più stimolanti non restano, non ci si aspetta niente di nuovo e nel farlo si causa l’assenza di novità. La vita scorre lo stesso ed anzi è anche più comoda, perchè oltre alla mollezza fisica, la sterilizzazione dell’anima  non ti consente di essere felice ma neanche ti fa stare male . A me pare che oggi questi momenti siano fin troppo frequenti e comuni, endemici. Viviamo il tempo nel quale arrivare secondi è un disonore , figuriamoci imparare a perdere , strafiguriamoci insegnare a perdere con onore. Corriamo sui social a condividere i momenti felici nell’illusione che nel farlo gli altri possono moltiplicarli o perpetuarli con dei like, ed invece ci ritroviamo a bruciare le esperienze più belle in poco tempo,senza  condividerle nel dettaglio durante una cena , intorno ad un fuoco, parlandone e riparlandone guardandoci negli occhi. Tutto è molto pesante da fare ma molto leggero da annunciare ed ostentare. E allora ? e soprattutto cosa c’entra con il Natale e con una associazione di montani ?

C’entra perchè l’associazione ha un presidente che non si accontenta di far andare bene gli affari sociali ( anzi )  , ma vuole attorno dei soci che condividano passioni, valori, amore per il territorio, idee ma soprattutto esperienze, tante esperienze di incontro, di accoglienza, di crescita, di sport, di sviluppo  che portino ad una visione comune, vero motore e vera forza da sempre del Progetto Penice. Questo richiede tempo, pianificazione, organizzazione, studio , confronto, apertura , ripensamento ,  rimodulazione e tanto tanto lavoro ? Si , e vi posso assicurare che nessuno del direttivo e tanti altri soci si tirano indietro , ma non basta, occorre anche molto coraggio, il coraggio di fidarsi ancora e sempre gli uni degli altri , il coraggio di non avere paura e di crederci ora , ancora e ancora di più.

E il Natale ? Certo il Natale , quello vero. Ma non crederete mica che lo spirito del Natale esiste per vendere più panettoni , per ricongiungere famiglie o avviarsi allo sballo degli sballi di capodanno utile a spaccarsi più del solito . Provate ad uscire la vigilia di Natale  a cercare il sorriso stupito di un bambino, lo sguardo sfuggente ed insicuro di un adolescente che fa di tutto ( senza chiedere)  per farti capire l’aiuto di cui ha bisogno  , la forza e la bellezza di un giovane che sa di poter cambiare il mondo, una coppia innamorata , un’attività che sta per partire , un progetto corale  che modifica concretamente la qualità della vita di tutti , troverete in tutti  (credenti o non credenti , cristiani o meno) un grado di gioia profonda , di calda serenità imparagonabile a tutte le altre feste dell’anno, perchè una nascita di 2000 anni fa, la nascita del più grande che si è fatto il più piccolo, è la speranza che si perpetua e riesce ad unire rendendoci tutti uguali .

Prima di passare alla seconda parte dell’oggetto una comunicazione di servizio : a  Casamatti ci sono 10 cm di neve su fondo bagnato , inciaspolabile, insciabile ma utile a bobbare , chi vuole salire con i bob vada tranquillamente , se c’è bisogno della baita basta chiamare. Giorgio è arrivato , ed a breve comunicherà i programmi per lo snowboard.

Gianni Schiesaro non è più il direttore di Adolescere , si è dimesso ed a lui succede Silvia, alla quale vanno tutti i nostri più sinceri auguri.

Ho iniziato a fare il cameriere al Penice a 12 anni e non ho smesso finchè non sono entrato in banca, ho fatto l’assicuratore , il boscaiolo, il segantino ed ora sono un  falegname, ho girato le città   e conosco quasi tutti i nostri monti con la loro gente  ma Gianni è l’uomo migliore che mi è stato dato di incontrare . Della sua ricca ed intensa vita conosco una minima parte, i suoi tanti impegni e successi l’hanno portato a conoscere l’attività umana dalla più dura realtà lavorativa alla più alta spiritualità , timoniere di Adolescere per tanti anni , tanti difficili anni, è riuscito a trasformare e modernizzare una realtà consolidata rendendola ancora più grande ed importante, mantenendo sempre   come obbiettivo il benessere e la cura dei più piccoli, dei più deboli, dell’altro .

Caro Gianni, da subito sei stato un grande amico ed una guida per  il Progetto Penice  che ti ringrazia dal primo all’ultimo socio. Io penso che la tua ampia   intelligenza sparisce davanti al tuo cuore, questo è quello che ho sempre visto  , questo è quello che fa di te quello che sei . Buona vita amico mio.

Presentazione standard1BUON NATALE E BUON ANNO A TUTTI

47686662_10213452856821231_2183713436603514880_n

PRANZO SOCIALE E LOTTERIA 2018

Anche il 2018 si sta avviando verso la conclusione, io sono uno di quelli che adora le feste natalizie , per cui il bello deve ancora venire. Per una associazione che si nutre di passioni sostenendo il territorio, la cena sociale è l’occasione più importante per stare tutti insieme incrociando i vari interessi, ma quest’anno si cambia , perchè la cena sociale la facciamo a pranzo .

Complice il calendario, impigriti dal ricordo delle maratone notturne e spinti da una sana voglia di cambiare , ci siamo ritrovati tutti per un bel pranzo sociale all’albergo ristorante Penice (da Giuseppe ed Elena)  DOMENICA  9 Dicembre . Non poter motoslittare  fino ad esaurimento energie  in notturna è un peccato  ma , obbiettivamente,ritrovarci per il pranzo consente davvero tante attività post culinarie.   In mancanza di neve abbiano organizzato in baita un torneo di calciobalilla fermandoci a  chiacchierare con un te caldo e una grappa in mano  fino a tardi.

Sono stati venduti tanti biglietti della lotteria 2018. Ringrazio dal profondo del cuore i tanti che anche quest’anno hanno contribuito al successo dell’iniziativa offrendo ( tutti gratuitamente) i premi in palio , vendendo i biglietti e sopratutto comprandoli . I modi per finanziare un’associazione come il Progetto Penice possono essere diversi , noi abbiamo sempre privilegiato il contributo volontario  e diffuso,  nelle varie forme e modi  inventati durante gli anni , questo consente di farci  conoscere e di avvicinare  tutti con trasparente semplicità , che è sempre apprezzata e ci qualifica.

In allegato trovate l’elenco dei numeri vincenti.

Festa nella festa  il 18 dicembre torna Giorgio per 3 settimane. Ci siamo appena sentiti , il nostro vecchio direttore sportivo è desideroso di operatività e promozione per i più giovani. Se ci sarà la neve terrà un corso  di snowboard per ragazzi ( ma anche vecchietti dai)   a Casamatti , in caso contrario organizzeremo un’uscita o due a Pila  che è la meta più comoda ed ha campi scuola  facili e divertenti.

 

47571690_10213452860301318_2741541753193496576_n 47680391_10213452860781330_3987780407377526784_n 47680728_10213455206559973_3111642490998882304_n 47684944_10213455207479996_8106509179289600000_n 47686662_10213452856821231_2183713436603514880_n 48052389_10213452861181340_1116125579184177152_n 48363934_10213455207199989_7086733215636914176_n

 

 

 

 

 

 

 

DSCF6758 (FILEminimizer)

Report Assemblea Generale dei Soci 2018

Domenica 18 ci siamo trovati ai Sette Borghi come tutti gli anni per l’assemblea, la polentata e per stare insieme .

Questa volta più di ogni altra dobbiamo ringraziare Gianni Schiesaro ed Adolescere tutta che , pur di non deludere le aspettative ippiche di grandi e piccoli , in assenza di Maurizio , hanno chiamato da via  due fantastiche istruttrici le quali  ci hanno pazientemente avvicinato ai docilissimi cavalli e pony dei 7 borghi.

I polentai hanno superato se stessi ( a detta di tutti la miglior polenta di sempre che sempre è già di altissimo livello) così come i sugaroli ed i dolcificatori .

Grazie anche alle  cuoche di casa Rosalia e Cristina , sempre ospitali ed efficienti , così come Silvia che in assenza di Gianni ha parlato per conto di Adolescere durante il confronto in seno all’assemblea.

Alla discussione sul  bilancio, approvato all’unanimità, è seguita la solita considerazione sul lavoro fatto nel 2018 che ormai da diversi anni lamenta l’assenza di giovani atleti e la difficile penetrazione territoriale della nostra realtà, pur sempre viva ed attiva. All’obiettiva fatica di resistere, reinventandoci senza perderci, anche con iniziative non sempre riuscite  si è contrapposto l’innegabile successo di tutti i corsi con i gruppi di ragazzi, arrivati in pista per un giorno di  mountainboard e da li partiti sempre felici , siano essi conseguenza  di segnalazioni occasionali o frutto del lavoro poliennale con le scuole, Adolescere e/o i gruppi di lavoro nei quali siamo attivi.

Emerge sempre più forte la necessità di nuovi istruttori da ricercare anche in figure semi professionali formate in seno all’associazione.

Ora inizia la stagione invernale e noi ci offriremo maggiormente dove siamo più forti : motoslitte, ciaspolate , amore per il territorio che si traduce in divertimento sulla bianca coltre per grandi e piccini . A questo proposito Gilberto il giovane sherpa , presente all’assemblea, mi ha mandato oggi le foto ( allegate)  della prima neve  dalla pista alla vetta del Penice : sempre magico.

Grazie ai  i soci presenti ed anche a quelli distanti ma vicini per affetto e passione . A tutti ricordo ancora il rinnovo della tessera sociale ( ancora e sempre 30 euro per un anno) perchè noi non ci fermiamo, miglioreremo strutture ed organizzazione lavorando  per tutti , ma di tutti abbiamo bisogno .

20181118_114515 (FILEminimizer) 20181118_122333 (FILEminimizer) DSCF6752 (FILEminimizer) DSCF6758 (FILEminimizer) IMG-20181120-WA0002 (FILEminimizer) IMG-20181120-WA0003 (FILEminimizer) IMG-20181120-WA0004 (FILEminimizer)