Domenica scorsa…

Ciao a tutti

Capisco che a furia di leggere : domenica fantastica, bellissima giornata, compagnia favolosa ecc ecc diventa noioso e anche poco credibile, ma se la neve per noi fà allegria sempre e comunque non ci posso fare nulla, casini infrasettimanali ne abbiamo avuti tanti, fin troppi e non stò a raccontare di battipista figli del demonio, boffoni gelati, pista pelata e manovia in corto ….preferisco condividere la magia dei nostri bei monti invasi dalla neve con tutto quello che riusciamo a farci…. per cui:

La domenica mattina è gelida ma di un freddo che non si avverte , la pista del boschetto grande è innevatissima da cima a fondo e già provata con grande profitto dal venerdì ( vedi video qui sotto), partendo dall’alto fino all’arrivo incomincia ad essere una bella sciata.

Il campo scuola è solo cingolato per cui occorre lisciare inventando un traino da falegname che con carico umano ( anche qui video spassosissimo di Enrico e Ciprian temerari contrappesi ) funziona benissimo per cui via al lavoro e divertimento totale …. su in motoslitta al carico e al traino tipo sci acqueo , giù in pista boschetto lungo o partenza funivia passo ,in neve fresca centrale, boschettino coppa italia godosissimo con una parabolica che ti spara oltre il ponticello nuovo, su in manovia e giù per la pista ricostuita ovunque a badile da Sorin e Luca dove pelata.

Camposcuola con Il piccolo Antonio e il grande papà Gianni entrambi novelli snowboarder ( molto più bravo Antonio) , Michela che pur titubante dà prova di grande talento ( talis patris….) e grinta sotto l’ala di papà Daniele, e l’ansia di mamma Cristina, motoslitte a gogò per tutti.

Il mitico Beppe che d’ora in poi sarà ricordato come “il trapper” e l’allievo Giorgio aprono una nuova ed inedita pista ( solo per veri e temerari esperti con guida … trapper appunto) che partendo da sotto la vetta del Penice tra faggi , strapiombi e canali porta fino a Santa Maria di Bobbio ( vedi foto dell’arrivo davanti all’albergo ridella), bravi non pensavo fosse più possibile data la neve selvatica ed i boschi sporchissimi , bravi davvero.

Bebbe

Giorgio

In serata tiriamo fuori anche gli slittini da piede della dechatlon che anneriscono chiappe ma divertono un sacco. A questo punto ormai all’imbrunire, avendo girato poco , non resisto dal farmi accompagnare in motoslitta fin sotto lo scarpone per una discesa libera fino a Casamatti … tra buche, fresca , buio e salti gambe a pezzi ma adrenalina rivitalizzante.

Insomma ” una domenica come un’altra” per noi del progetto penice , ma quello che mi è piaciuto di più è il nostro Nicolas che rinunciato (momentaneamente si intende) allo snowboard ha iniziato a scendere in bob dalla mattina, prima solo , poi con Antonio , poi con tutti me compreso. Ebbene , vederlo riuscire così bene, vederlo scendere più bene e più forte di tutti ( anche qui abbiamo un video fantastico) , vederlo sorridere contento e soddisfatto come non l’ho mai visto ripaga alla grande di tutto il freddo preparatorio assorbito durante la settimana … grazie a tutti ragazzi … siete fantastici.

Mentre vi scrivo nevica , orpo se nevica, domani ricominciamo a litigare con il battipista sperando finalmente di domarlo, la pista è lì ed è di tutti i soci ( solo soci mi raccomando) per cui chi vuole può salire quando vuole, basta dirlo ed organizzarsi.

Ci vediamo tutti domenica.

ciao Marco

Posted in Varie.