Report raduno donico coppa MIA e prossimo contest a Piacenza sabato 9 giugno

Ciao a tutti

Che bello trovarsi a parlare nei giorni successivi ad un così bel raduno di tutte le emozioni, esperienze e gioie provate.

La partenza non è stata delle più entusiaste visto il fermo da infortunio di Luca che ci ha costretto a rivoluzionare l’organizzazione e poi l’assenza causa studio di Paolo , Ovi e Giorgio .

Forti della new entry Antonio accompagnato da papà Gianni sabato mattina siamo partiti direzione Donico: Rosaria e Claudio da Bologna,  Antonio e Stefano da Reggio Emilia , Ste, Cip, Eli, Sara , Anto, Gianni e Marco da Bobbio.

A pranzo eravamo tutti a sgranocchiare piadine fronte pista dopo aver riabbracciato i vecchi amici e conosciuto i nuovi. Brutta sorpresa Luca e Zoe con il febbrone che non ha impedito a Luca di farsi qualche giro anche da sabato pomeriggio e a mamma Sandra di tenere Zoe all’aria aperta fino a sera.

La pista è bellissima , i tracciati rivelano l’impegno e la crescita professionale dei preparativi, la seggiovia attrae come l’acqua d’estate ….. allora via.

Sarà la mancanza di allenamento, sarà che a lavorare troppo non ci si riposa o semplicemente l’età , al primo giro facevo fatica a star dietro ad Antonio che da subito si è scrollato via la paura e giù ….siano sassi, erba, ghiaietto giù fino al drittone velocissimo e adrenalinico ( secondo me l’attrattiva di Donico oltre alla seggiovia naturalmente).

Al secondo, terzo ecc ecc giro anche il vecchio si riprende e riesco a star dietro ai ragazzi per cercare posizioni e traiettorie migliori .

Tutti mi soprprendono per la crescita tecnica e la sicurezza di conduzione, grazie agli allenamenti del mercoledì, ognuno ha sviluppato un proprio stile efficace e divertente che su un tracciato così bello si esprime al massimo.

Chiusa la seggiovia si passa nell’area free style dove è impressionante vedere Zaccaria di Brescia a saltare in tutte le salse senza mai stancarsi.

La garetta di Ollie ci consente di imparare da tutti, tanto che pure Rosaria e Antonio riescono a dare il massimo portando punti preziosi per la coppa MIA.

Proprio durante la gara si è creato un bellissimo clima da passsione ed amicizia, con Consol imbattibile per simpatia e potenza, wolve grande  tecnico kamikaze, Macca al top ed il vincitore Matteo di Brescia ( in arte spartaco)  che è matto come tre cavalli ma è difficle  non volergli bene.

Ormai sera doccia, cena tutti assieme a stringere /consolidare amicizie, premiazione gara di Ollie, estrazione abbinamenti e poi a letto.

La mattina tutti pronti all’apertura della seggiovia , gambe di legno, adrenalina e un pò di ansia da prestazione.

Tutto perfetto…. partono gli esordienti con il nostro Anto contro Iacopo di I6W9 vero talento di 9 anni. A sorpresa subito alla partenza Anto con i suoi 7 anni è in testa ma all’incrocio dello sterrato si sbilancia e vola di brutto, attimo di ansia subito fugato da una ripresa bruciante che però complice anche il mountain con le ruote piccole non consente più il recupero.  Run successiva con Iacopo contro il nostro Elia che abituato comè al pezzo nuovo del Penice ( grazie anche ai suoi 12 anni )  non fatica a stravincere.

Juniores maschile con sfida tra Stefano e Cip che anche quest’anno certifica Donico come la sua, proprio sua pista vincendo alla grande. ( a proposito, se Cip batte Ste che batte Luca Castagna Cip è fortissimo ummmmmhh).

Juniores femminile con Nicol che abbandonato il freno è in stracrescita ma non riesce ad imporsi sulla Sara ormai veterana.

Il femminile over 18 vede la classica Marti contro Sara che ancora una volta resta dietro ma che a detta della stessa Martina ( bellissime le foto assieme) soffia sempre di più sul collo.

Cambio pista, si parte con gli over 41 e cioè Consol, Claudio e me.

L’estrazione ci ha favorito per cui partiamo io e Claudio. Non ce n’è , per quanto uno sia anti agonismo in gara dai sempre il massimo, non ti piace perdere e

alla fine ti diverti . Anche stavolta  è stato così, ma contro Consol la testa e soprattutto le gambe suggerivano prudenza per cui mi sono ritirato a seguire Ste e Cip che avendo la categoria aperta potevano gareggiare come Senior assieme al nostro Claudio che pur Master ha dimostrato forza e carattere da vendere.

Per noi sembrava tutto concluso rilassati a godere della bravura di tutti i Senior ai quali va la mia ammirazione incondizionata, e invece……. Le eliminatorie portano Luca Castagna alla partenza contro il nostro Ste ( Luca è probabilmente il miglior rider italiano, oggi fiaccato dalla febbre ma per arrivare qui pochi minuti prima ha battuto campioni del calibro di Scuby) … saluto tra sfidanti…. pronti via. Luca davanti composto e veloce , Ste segue poco dietro con il suo inconfondibile e bellissimo stile, porta sinista, destra , muretto e porta a sinistra in contropendenza ( ste è destro ) porta a destra  dritta e poi due lunghe a sx a formare un curvone, Luca e velocissimo ste una porta dietro …..  nel curvone Luca cade e scivola sotto l’ultima porta a destra , Ste passa precisissimo e si tuffa nel drittone adrenalinico verso il traguardo ,  Luca da par suo agile come un gatto risale la porta e si lancia all’inseguimento che complice il peso ben maggiore sembra riuscire ….. scompaiono dalla nostra vista. Ci guardiamo con Wolverine …. impossibile che Ste vinca invece….. la radio gracchia: incredibile ha vinto Merlin Stefano contro Luca Castagna. Sono felicissimo chiamo subito papà Merlin e l’allenatore Giorgio per condividere.

Siamo alle finali, male che vada si è quarti , per Ste non c’è tempo di prender fiato, appena su , subito giù contro Giulio che è bravissimo ma anche lui cade nella parte alta del tracciato , Ste passa ma non è pulitissimo , sbanda in fondo dove è caduto Luca e pur primo sul drittone ha dietro un Giulio che omone com’è non faticherà a raggiungerlo , infatti questa volta la radio ci dà per sconfitti ma và benissimo così infatti alla sfida tra Matteo e Ste per il terzo e quarto posto vince giustamente Matteo ma Ste fà la discesa in assoluto più bella che gli merita la medaglia come miglior rider 2012.

Pranzo in compagnia con tutti i team che ormai contano più o meno gli stessi atleti in numero ( bellissimo) , atmosfera bella e rilassata ma il tempo minaccia ed infatti dopo le premiazioni condotte da Roby e Macca con maestria ( noi portiamo a casa anche l’atleta più giovane 7 anni ed il più vecchio 46 (*) ) abbiamo appena il tempo di goderci 2 discese in relax, smontiamo i mountain al volo , salutiamo tutti e via.

Tutte le foto e trovate sulla pagina Facebook del Progetto Penice

GRAZIE A TUTTI TUTTI

Ad AMBG con Roby presidente che si conferma grande associazione di rider e di organizzazione , anche  dopo tanti anni riescono sempre a sorprendere.

Ad AMBS che conta i migliori rider tra le sue fila con Dade sempre mitico.

Ad I6W9 che grazie ai suoi piccoli fà star bene anche i nostri piccoli e grazie al suo grande e grosso mi diverto un casino.

A skate Parma che tra 2.000 difficoltà non molla mai perchè è la testa quella che conta più di tutto.

Grazie a Rosaria , Claudio , Stefano ed Antonio che hanno voluto esserci  e soprattutto grazie ai miei ragazzi. L’infortunio di Luca mi ha costretto a partire prima ed a starvi più vicino, mi sembrava di perdere tempo ed invece ho guadagnato quello che è impagabile. L’ultima foto in autogrill è già sul mio desk top e per un pezzo non se ne andrà.

Ciao a tutti

Marco


Sabato 9 Giugno presso Spazio 4 di Piacenza ci sarà una grande demo con contest per tutti gli sport da tavola, noi partecipiamo con rampette ed elastico, si parte alle 16 e si và avanti fino  notte fonda.

di seguito la locandina che sarà meglio specificata sul sito. Chiamatemi per partecipare, l’occasione è bella e ghiotta per conoscere nuovi skater e futuri mountainboarder

Posted in Eventi.